Diritto e la Rete

Le regole della netiquette per navigare online

Le regole della netiquette sono un imprescindibile punto di partenza per un corretto utilizzo di Internet.

Sono imprescindibili, sono importantissime, ma non sono da sole sufficienti.

Andiamo con ordine.

CHE COSA SONO LE REGOLE DELLA NETIQUETTE?

Le regole della netiquette sono delle regole di “buon comportamento” che devono essere rispettate online. Non si tratta di norme giuridiche, ma semplicemente di principi di buon senso se non addirittura di buona educazione.

Qualche esempio?

  • Non scrivere in maiuscolo o in grassetto un messaggio intero (perchè viene inteso come tono della voce alto e rimarcato).
  • Divieto assoluto di inviare spam
  • Non portare avanti discussioni con “botta e risposta” al solo fine di provocare
  • Quando si viene ammessi in un nuovo gruppo (anche all’interno di un social network) leggere sempre attentamente le regole di condotta che valgono all’interno dello stesso.

Si potrebbe proseguire a lungo, con elenchi di comportamenti considerati scorretti e non educati.

Eppure capita che già queste regole, per così dire basilari, vengano completamente messe da parte e non si tengano in considerazione nel momento in cui si naviga in Rete.

CHE COSA ACCADE SE NON SI RISPETTANO LE REGOLE DELLA NETIQUETTE?

Abbiamo già precisato che la netiquette è cosa ben diversa dalle norme di diritto.

Quindi cosa accade quando viene violata una di queste regole?

La risposta corretta è “dipende”.

Dipende dalla tipologia di principio che non viene rispettato.

Se, per esempio,  vengono violate le regole inserite come condizione per partecipare ad un certo gruppo si potrà essere esclusi dal gruppo.

Certo non ci sono conseguenze giuridiche.

Non si finisce in galera, non ci si ritrova in Tribunale.

Eppure il non aver rispettato la netiquette può incidere negativamente sulla nostra reputazione online e può in ogni caso provocare un danno d’immagine anche grave.

Se al contrario si travalicano i limiti, perchè per esempio si partecipa ad una discussione accesa con un altro utente, si potrà rispondere di ciò che si è detto nell’ipotesi in cui si siano commessi  reati perseguibili penalmente (pensiamo per esempio alla diffamazione).

In questo caso oltre alla reputazione online dovremo occuparci anche di strascichi giudiziari.

LE REGOLE DELLA NETIQUETTE DA SOLE SONO SUFFICIENTI?

No, la netiquette da sola non basta.

Anche online ci sono regole (giuridiche) che vanno rispettate.

Come ho spiegato nel mio ultimo libro (Le regole della Rete. Come tutelare i propri contenuti online. Ed. Hoepli.) non si tratta di nulla di complicato.

Ci sono infatti norme che già in parte si conoscono, come per esempio, il divieto di insultare le persone. In questo caso basta essere coerenti e trasferire il proprio background (di conoscenze di diritto)  anche online.

Così come non penso di insultare il mio vicino di casa perchè il suo cane abbaia di notte, così non lo farò nemmeno in Rete.

Altre norme, al contrario, vengono dettate appositamente per certi “settori” del web (prova a pensare, ad esempio, alle condizioni generali per l’utilizzo di un social network). In questo caso basta solo leggere. È tutto scritto lì.

Ci sono infine norme che regolamentano una specifica materia. Prova a pensare alla normativa in tema di copyright. Cosa fare dunque in questo caso? Basta informarsi prima, leggendo la normativa e chiedendo a qualche esperto del settore.

Non assolutamente complicato, basta essere attenti e informarsi prima di utilizzare la Rete in maniera indiscriminata.

I “tanto non succede nulla” o “lo fanno tutti” non ti mettono al riparo da possibili recriminazioni.

E tu, come ti comporti in Rete? Hai mai avuto problemi con persone che non hanno rispettato le regole della netiquette?

Se hai avuto esperienze particolari scrivilo nei commenti, magari la tua esperienza può far riflettere e aiutare anche altri utenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *